• Home
  • Arte & Eventi
    • Torre delle Arti di Bellagio

      Torre delle Arti di Bellagio

      La Torre delle Arti è il nuovo spazio museale di Bellagio nato dal recupero della Torre San Giacomo (Piazza della Chiesa), che ha come obiettivo l'organizzazione di eventi e manifestazioni, la valorizzazione del patrimonio storico artistico del territorio e la promozione della cultura nella molteplicità delle sue espressioni...

  • Sport & Natura
    • Downhill al San Primo

      Downhill al San Primo

      A Bellagio, sul Monte San Primo, una novità per tutti gli appassionati di sport, il downihill. Una disciplina che vi permette di vivere la montagna e le discese dei pendii del Monte San Primo in tutta sicurezza. Emozioni e divertimento a Bellagio!...

  • Lifestyle & tradizione
  • Itinerari e Guide
    • Guide, sentieri e travel inspiration

      Guide e Travel Inspiration

      Guide e informazioni turistiche per vivere la vostra vacanza a Bellagio. Sentieri da percorrere a piedi e in mountain bike per immergervi nella splendida natura che circonda il lago...

Ven01182019

Last update11:14:59 AM

Back Sei qui: Home Editoriale

RIS, PORR E ERBETT

RIS,PORR E ERBETT

Ingredienti (4 persone):

Tre porri giovani
200 gr di erbett (biete di primo taglio)
30 gr di burro
Quattro pugni di riso
1 l e ½ di brodo

Tagli a fettine i porri (solo la parte bianca), e più grossolanamente le erbette. Metta a cuocere a fuoco basso nel burro, aggiunga il brodo e, quando bolle, il riso. Serva con abbondante parmigiano

RIS E LATT

Ris e latt

Ingredienti (4 persone):
200 gr di riso, preferibilmente del tipo “superfino” 50 gr di burro
30 gr di parmigiano grattugiato
1 l scarso di latte
Un pizzico di sale

Tipicamente lombardo, questo piatto è di antichissima tradizione. Faccia bollire il latte con un pizzico di sale e, quindi, vi faccia cuocere il riso, mondato e pulito, per circa 15 minuti. Dopodichè, unisca il parmigiano grattugiato e lasci bollire ancora per 8\10 minuti, mescolando di tanto in tanto. Se il composto di riso risultasse troppo asciutto, aggiunga ancora del latte bollente. A cottura ultimata, unisca il burro e il parmigiano, mescoli e serva in tavola. Una variante comunissima, nelle famiglie milanesi, è quella di presentare questa ricetta in versione dolce. Potrà, infatti, far cuocere il riso nel latte profumato di vaniglia e di buccia di arancia e limone. Terminata la cottura, unirà il burro, e al posto del parmigiano, un’abbondante dose di zucchero. Per la preparazione del riso al latte dolce, come per tutti i dolci, sono indicati il tipo di riso comune e semifino.

PESSITT IN CONSCIA

PESSITT IN CONSCIA

Ingredienti:
500 gr di pescheria
Una carota Una costa di sedano
Tre cipolline
Due foglie di salvia
Uno spicchio d’aglio
Quattro grani di pepe
Un bicchiere d’aceto
Olio – Burro

Infarini e frigga, senza pulirli, i pesciolini. Tagli finemente la carota, il sedano, le cipolline e la salvia. Versi il trito ottenuto in un tegame con un po’ di burro e olio; unisca lo spicchio d’aglio intero e i grani di pepe rotti. Faccia cuocere finchè la verdura appassisce, quindi versi un bicchiere d’aceto, porti a bollore e unisca i pesciolini fritti. Copra il tegame e lasci raffreddare. I pesciolini fritti in carpione possono essere gustati da soli, ma sono ottimi accompagnati alla polenta.

REMOLAZZITT ROSS E TONN (Ravanelli col tonno)

REMOLAZZITT ROSS E TONN

Ingredienti:
Un mazzetto di ravanelli
100 gr di tonno Olio
Sale – Pepe

Tagli sottilmente i ravanelli col taglia – rape. Aggiunga il tonno sbriciolato. Condisca con olio, pepe e poco sale, quindi rimesti bene. Serva in tavola.

INSALATA DI NERVETTI

INSALATA DI NERVETTI

Ingredienti:
Cartilagine del girello o della zampa
Cinque o sei cipolline
Una manciata di prezzemolo lavato e tritato finemente
Olio d’oliva
Sale e pepe

Faccia cuocere la zampa o il girello assieme al lesso misto, perché acquisti sapore, finchè la cartilagine si staccherà da sola dall’osso. La tolga dal brodo e, con un coltello molto affilato, la liberi completamente dall’osso. La metta a raffreddare in un piatto con un peso sopra. Quando si sarà raffreddata e indurita, la tagli a fettine sottilissime e regolari. Nel frattempo, affetti finemente le cipolline e le lasci in un po’ d’acqua fredda, per far perdere il sapore troppo forte. Unisca le cipolle ai nervetti, spolverizzi di prezzemolo tritato e condisca con olio, sale e pepe.