Arte Live al Bellagio Festival

Arte Live al Bellagio Festival

Se la parola “arte” e la parola “internazionale” hanno un senso, è stato mercoledì 25 luglio che il pubblico di Bellagio ha potuto comprenderlo.
Le splendide note del violinista ucraino Ostap Shutko e i bellissimi colori della pittrice italiana Rosanna Pressato, si sono incontrati proprio a Bellagio per un evento unico e irripetibile.

Shutko (uno dei più grandi violinisti dell’est Europa) ha eseguito fantastiche musiche di compositori ucraini e italiani (anche una prima mondiale di Igor Scherbakov, presidente dell’Unione dei compositori di Kiev, scritta appositamente per il Bellagio Festival), mentre la divina Rosanna Pressato realizzava una performance pittorica, tra tele e colori.

Forse ottanta, forse persino novanta persone (nessuno ha potuto contarle, ma i numeri sono sempre relativi), nella piccola ma suggestiva Biblioteca Comunale di Bellagio, hanno assistito a un evento che colloca Bellagio tra le capitali culturali del Ventunesimo Secolo.
Non improponibili imitazioni delle avanguardie del secolo scorso, ma arte dei nostri giorni, come a New York e Parigi, più di Amsterdam e Londra, grazie solo (esclusivamente e senza possibilità alcuna di metterlo in dubbio) al Bellagio Festival.

Perché il festival è veramente internazionale, è veramente bello e piace proprio tanto!

AddThis Social Bookmark Button
FaLang translation system by Faboba